From the Smallest to the Greatest

Dal Più Piccolo al Più Grande


From the Smallest to the Greatest
Porzione della Torà RE’EH – Devarim (Deuteronomio) 11:26-16:17

Edizione speciale per Rosh Chodesh Elul
Il mese della misericordia – Prepararsi per l’anno Shmita

Da Hadassah Danielsbacka

Disse ancora: «A che cosa paragoneremo il regno di Dio? O con quale parabola lo rappresenteremo?Esso è simile a un granello di senape che, quando è seminato in terra, è il piú piccolo di tutti i semi che sono sulla terra; ma, dopo che è stato seminato, cresce e diventa il piú grande di tutte le erbe, e mette rami cosí grandi che gli uccelli del cielo possono ripararsi sotto la sua ombra». Marco 4:30-32 LND

Shabbat shalom carissimi!

…è come un granello di senape che, seminato in terra, …

L’apostolo Dominiquae e il rabbino Baruch Bierman hanno seminato, seminato e seminato per 30 anni il Vangelo fatto in Sion, la Buona Novella di Yeshua, il Messia ebreo, in tutte le nazioni. È stato come quel piccolo seme di senape che si vede appena quando viene seminato sul terreno – è così piccolo che è quasi invisibile. Piccoli gruppi sono nati, una persona alla volta, da quelli che hanno dimostrato di essere la buona terra:

“E un’altra cadde in buona terra…” Matteo 13:8a LND

Quei semi stanno portando frutto, e stiamo cominciando a vedere il popolo centuplo!

“…e portò frutto dando il cento, il sessanta, ed il trenta per uno.” Matteo 13:8b LND

From the Smallest to the Greatest

La Terra Cattiva

Tuttavia, alcuni semi seminati sono andati in terra cattiva:

“Mentre seminava, una parte del seme cadde lungo la strada; e gli uccelli vennero e lo mangiarono.” Matteo 13:4 LND

“Quando qualcuno ode la parola del regno e non la comprende, il maligno viene e porta via ciò che era stato seminato nel suo cuore. Questi è colui che ha ricevuto il seme lungo la strada.” Matteo 13:19 LND

Molti hanno ascoltato la predicazione della Apostola Dominiquae, ma non hanno “gridato per il discernimento, alzato la voce per la comprensione; cercatela come argento e cercatela come tesori nascosti”; e così non hanno potuto “discernere il timore di YHVH e scoprire la conoscenza di Dio”. (Proverbi 2:3-5). Se la Parola non diventa carne in noi, il nemico può facilmente strapparla via.

“Un’altra cadde in luoghi rocciosi, dove non c’era molta terra, e subito germogliò perché il terreno non era profondo ma, levatosi il sole, fu riarso e, perché non aveva radice, si seccò.” Matteo 13:5-6 LND

“E quello che ha ricevuto il seme in luoghi rocciosi, è colui che ode la parola e subito la riceve con gioia ma non ha radice in sé, ed è di corta durata; e quando sopraggiunge la tribolazione o persecuzione, a causa della parola, ne è subito scandalizzato.” Matteo 13:20-21 LND

Molti ricevono anche il messaggio di Yeshua e le radici ebraiche della fede con entusiasmo, rinunciando alla teologia di sostituzione e impegnandosi a studiare la Scuola Biblica GRM con buone intenzioni, eppure, per un motivo o per un altro, non continuano il loro viaggio fuori dalla teologia di sostituzione. Poi quando le persone – spesso le loro stesse famiglie – cominciano ad opporsi a loro, ritornano ai vecchi, familiari, modi religiosi, perdendo la loro ritrovata intimità con Yeshua come Messia ebreo. Senza un adeguato equipaggiamento e addestramento, le nostre radici non sono abbastanza profonde per resistere alle tempeste.

“Un’altra cadde tra le spine; e le spine crebbero e la soffocarono.” Matteo 13:7 LND

“E quello che ha ricevuto il seme fra le spine è colui che ode la parola, ma le sollecitudini di questo mondo e l’inganno delle ricchezze soffocano la parola; ed essa diviene infruttuosa.” Matteo 13:22 LND

Anche molti altri ricevono il messaggio con entusiasmo, ma non si liberano delle spine – i loro desideri e le loro preoccupazioni occupano la loro vita in modo da non portare mai frutti eterni.

From the Smallest to the Greatest

La Terra Buona

“Quello invece che riceve il seme nella buona terra, è colui che ode la parola, la comprende e porta frutto; e produce uno il cento, un altro il sessanta e un altro il trenta per uno». Matteo 13:23 LND

È tempo di cercare nei nostri cuori che non ci siano “semi lasciati agli uccelli”, terreno roccioso o spine. Siamo chiamati ad essere quel buon terreno che porta il centuplo dei frutti!

L’arcivescovo Dominiquae è stato un terreno eccellente, gettando le giuste fondamenta per Kad-Esh MAP Ministries e le Nazioni Unite per Israele. Eppure, molte volte noi, le persone intorno a lei, siamo stati “rocciosi e spinosi”. Invece di permettere all’unzione nella sua vita e a questo ministero di crescere, l’abbiamo spenta.

Quando abbiamo iniziato questo secondo digiuno per Israele, noi come squadra ci stavamo pentendo di questo, che alla fine non è altro che auto centrismo. A causa del nostro egocentrismo, molte volte la crescita è stata lenta. Abbiamo spento il fuoco dello Spirito.

Non possiamo più permetterci questo; non possiamo più permettere che le piccole volpi rovinino la vigna o che gli uccelli mangino i semi. Non possiamo essere negligenti e senza cuore.

Il tempo di questo mondo sta finendo, ed Egli ha bisogno che noi fluiamo con la Apostola Dominiquae nella stessa unzione e nello stesso Spirito da cui lei è stata autorizzata, così che possiamo insieme facilitare la più grande e più grande crescita che il mondo abbia mai visto:

“…cresce e diventa il piú grande di tutte le erbe, e mette rami cosí grandi che gli uccelli del cielo possono ripararsi sotto la sua ombra». Marco 4:32 LND

UNIFY & il Ministero Kad-Esh MAP crescerà in grande, avendo rami in ogni tribù e nazione, e molti dei perduti troveranno finalmente un posto “per nidificare, e ombra”.

“Chi dimora nel riparo dell’Altissimo, riposa all’ombra dell’Onnipotente.” Salmi 91:1 LND

From the Smallest to the Greatest

Il Risveglio del Terzo Giorno

Il più grande risveglio è alle porte. Egli sta preparando la Apostola Dominiquae e il rabbino Baruch Bierman per questa missione del tempo finale e perché noi siamo i fedeli operai nella vigna con loro. Poi verrà la fine, e noi faremo parte della grande moltitudine di TUTTE le tribù e le lingue che stanno davanti a Yeshua il Messia.

“E questo evangelo del regno sarà predicato in tutto il mondo in testimonianza a tutte le genti, e allora verrà la fine».” Matteo 24:14 LND

“Dopo queste cose vidi una grande folla che nessuno poteva contare, di tutte le nazioni, tribú, popoli e lingue; questi stavano in piedi davanti al trono e davanti all’Agnello, coperti di vesti bianche e avevano delle palme nelle mani.” Apocalisse 7:9 LND

Prega con me:

Abba Shebashamayim, Ti chiedo perdono per il mio egocentrismo, per essere stato un terreno roccioso, per aver spento e addolorato il Tuo Santo Spirito. Ti chiedo di aiutarmi a rimuovere tutte le rocce – ogni atteggiamento, pensiero e desiderio che non è stato il Tuo atteggiamento, pensiero e desiderio – e ti consegno la mia vita senza trattenere nulla.

Mi arruolo per essere un soldato che non ha una “vita propria” ma che serve YHVH Tzva’ot, il Signore degli Eserciti sotto comandanti che Lui ha posto come autorità nella mia vita, e mi sottometto all’addestramento che mi è stato assegnato.

Lascio andare l’egocentrismo infantile, l’orgoglio e la gelosia. Questi sono i miei nemici e li tratto come tali. Mi rifiuto di avere qualsiasi conversazione con il serpente intrattenendo pensieri egoistici. Scelgo l’obbedienza fino in fondo, fino a quando starò davanti al Trono dell’Agnello con una grande moltitudine di TUTTE le tribù e le nazioni. Aiutami Yah; con Te, posso fare ogni cosa!

Diventiamo quelli che possono diventare capitani della banda,

“Allora lo Spirito investí Amasai, capo dei trenta, che esclamò: «Noi siamo tuoi, Davide; siamo con te, figlio di Isai! Pace, pace a te e pace a chi ti aiuta, perché il tuo DIO ti aiuta». Allora Davide li accolse e li fece capi di schiere.” 1 Cronache 12:18 LND

Per la Apostola Dominiquae e il Rabbino Baruch Bierman,

Hadassah Danielsbacka

Per amore di Sion non tacerò. Isaia 62:1

Archbishop Dominiquae and Rabbi Baruch Bierman

Per inviare le vostre decime e offerte:

Testo originale: Inglese
Tradotto da deepL.com