Israel – The Holy Triunity

Israele – La Sacra Tri-Unità Parte 1


Israel – The Holy Triunity
Porzione della Torà VAYIGASH – B’Reisheet (Genesi) 44:18-47:27</

“Egli si ricorda in eterno del suo patto e per mille generazioni della parola da lui comandata, del patto che fece con Abrahamo e del suo giuramento che fece a Isacco, che confermò a Giacobbe come suo statuto e a Israele come un patto eterno, dicendo: «ti darò il paese di Canaan come porzione della vostra eredità» Salmi 105:8-11 LND

Shabbat shalom carissimi!

Non c’è un altro nome che provoca più emozione del nome di Israele: in alcuni è amore e in altri odio irrazionale. Ma perché questo? Cosa c’è in Israele che lo rende il centro dell’attenzione mondiale sia in positivo che in negativo?

Israele, la Sacra Tri-Unità:

  1. Il Dio d’Israele
  2. Il popolo d’Israele
  3. La Terra d’Israele

Un uomo obbediente di nome Abram è stato fatto diventare una nazione dal Dio che ha creato i cieli e la terra. Questo Dio ha molti nomi – tra gli altri è chiamato il Dio di Abramo, Isacco e Giacobbe e anche il Dio di Israele.

Il nipote di Abramo fu chiamato Yaakov (Giacobbe) e, dopo un’intensa lotta con l’Angelo di Dio, fu ribattezzato ISRAELE, che significa Il Principe di Dio. È ad Abramo e ai suoi discendenti (suo figlio Isacco e suo nipote Giacobbe) che Dio ha promesso una terra chiamata Canaan, che fu poi ribattezzata Israele. A causa di questa promessa storica, la terra fu chiamata Terra d’Israele o Terra di Israele (Giacobbe), il nipote di Abramo. Giacobbe-Israele generò 12 figli che furono chiamati le 12 tribù d’Israele, con una delle tribù chiamata a portare la salvezza e la redenzione al mondo intero. Questa è la tribù di Giuda, da cui deriva il termine ebreo o giudeo.

Il re degli ebrei sarebbe nato dalla casa reale della tribù di Giuda, la casa di Davide. Questo re, sebbene nato dal grembo di una giovane donna ebrea di nome Miriam, nacque in modo miracoloso dal suo grembo vergine. E, pur essendo il Secondo Adamo, fu chiamato il Figlio di Dio come profetizzato dai vecchi profeti israeliti. Chiunque accettasse questo re ebreo e si arrendesse a Lui riceverebbe il perdono dei peccati e la salvezza – e chi lo rifiutasse morirebbe nei suoi peccati e sarebbe perso per tutta l’eternità. Questo re ebreo israelita, chiamato Messia o l’Unto, fu nominato da Suo Padre, il Dio d’Israele.

YESHUA

Significato di SALVATAGGIO

Così è nata la Sacra Tri-Unità.

Israel – The Holy Triunity

Il Dio che ha creato il cielo e la terra – Elohim, El Shaddai, YHVH, il Grande Io Sono – divenne il Dio di Israele. Il popolo che Egli creò per essere una benedizione e una luce per tutte le nazioni fu ora chiamato il popolo d’Israele. E la terra concessa dall’Onnipotente al Suo popolo si chiamava ora Terra d’Israele.

Qualsiasi separazione tra queste tre componenti profetiche avrebbe un impatto negativo sul mondo.

Questa Santa Tri-Unità sarà la ruota profetica che farà girare il mondo.

Il Dio d’Israele ha fatto una chiave di promessa ad Abramo. Questa Chiave di Abramo serve come protezione al Suo popolo Israele, oltre ad essere un timone per la giusta relazione delle nazioni gentili con Israele, che si estende fino al popolo ebraico di oggi.

“E benedirò quelli che ti benediranno e maledirò chi ti maledirà; e in te saranno benedette tutte le famiglie della terra.” Genesi 12:3 LND

Israel – The Holy Triunity

Luce per le nazioni

Il modo in cui Israele doveva essere una luce per le nazioni è quello di istruire le nazioni sui santi principi di moralità e di culto, dati a lei come un’alleanza matrimoniale. Questo si chiama Torah o ISTRUZIONE. Il fondamento di questa Torà sarebbe DIECI PAROLE che diventano come una Costituzione Celeste per qualsiasi società morale, divina e di successo.

Anche le Feste Divinamente Approvate furono date come cornice del Culto Sacro a partire dal Giorno dello Shabbat (il Giorno del Riposo) stabilito fin dalla creazione.

Queste feste sarebbero state Convocazioni Sacre, dolci appuntamenti con il Creatore, e sarebbero state celebrate per sempre – anche dai non ebrei che aderiscono al culto del Dio d’Israele e del Suo Figlio ebreo, Yeshua, il Salvatore del mondo.

“I figli degli stranieri che si sono uniti all’Eterno per servirlo, per amare il nome dell’Eterno e per essere suoi servi, tutti quelli che osservano il sabato senza profanarlo e si attengono fermamente al mio patto, li condurrò sul mio monte santo e li riempirò di gioia nella mia casa d’orazione, i loro olocausti e i loro sacrifici saranno graditi sul mio altare, perché la mia casa sarà chiamata una casa di orazione per tutti i popoli». Isaia 56:6-7 LND

“E avverrà che ogni sopravvissuto di tutte le nazioni venute contro Gerusalemme salirà di anno in anno ad adorare il Re, l’Eterno degli eserciti, e a celebrare la festa delle Capanne.” Zaccaria 14:16 LND

Israel – The Holy Triunity

Innestato

Quando Yeshua, il Messia ebreo, fu mandato a dare la Sua vita sull’altare per la salvezza e la redenzione sia degli ebrei che dei gentili, Egli divenne anche la Torà in forma umana o la Torà vivente. Tutta la Parola del Padre Suo, come precedentemente data al popolo d’Israele, si fece carne e abitò tra noi.

I gentili sono invitati a partecipare al Nuovo Patto dato al popolo d’Israele. Non c’è nessuna Nuova Alleanza stipulata con nessuna nazione gentile, poiché il Dio d’Israele ha scelto il Suo popolo per portare la salvezza e la redenzione al mondo.

«Ma questo è il patto che stabilirò con la casa d’Israele dopo quei giorni» dice l’Eterno: «Metterò la mia legge nella loro mente e la scriverò sul loro cuore, e io sarò il loro Dio ed essi saranno il mio popolo. Non insegneranno piú ciascuno il proprio vicino né ciascuno il proprio fratello, dicendo: Conoscete l’Eterno! perché tutti mi conosceranno, dal piú piccolo al piú grande», dice l’Eterno. «Poiché io perdonerò la loro iniquità e non mi ricorderò più del loro peccato». Geremia 31:33-34 LND

Sono invitati a prendere parte alla ricca radice dell’olivo (Romani 11), che rappresenta la nazione d’Israele, con tutte le giuste istruzioni di stile di vita, moralità e culto santi.

Tuttavia, furono avvertiti di non diventare arroganti usurpando il posto del popolo eletto da Dio. O disdegnandoli indugiando a riconoscere il proprio Messia.

“E se pure alcuni rami sono stati troncati, e tu che sei olivastro sei stato innestato al loro posto e fatto partecipe della radice e della grassezza dell’olivo, non vantarti contro i rami, ma se ti vanti contro di loro ricordati che non sei tu a portare la radice, ma è la radice che porta te.” Romani 11:17-18 LND

La cecità parziale (non totale) venne su di loro in modo che la salvezza, Yeshua, potesse andare alle nazioni. Lo scopo finale era di renderli GELOSI di riavere il loro Messia.

Tuttavia, la storia ci dice che i gentili sono diventati arroganti stabilendo un sistema religioso che ha umiliato e perseguitato gli ebrei – fino allo sterminio nel nome romanizzato del loro Messia, Gesù Cristo. Questo è un sistema religioso avulso dal Messia ebraico, dalle sue istruzioni della Torà, dalle sue sante convocazioni e feste, che tenta di usurpare il posto del suo popolo eletto Israele. Questo ha causato indicibili disgrazie e distruzioni al popolo ebraico nel corso di 1600 anni. Ha anche portato infinite maledizioni a individui, chiese, famiglie e nazioni che hanno alzato le mani contro il Suo popolo. Questo non ha provocato la gelosia di Israele; allora il desiderio del cuore dell’apostolo Paolo è rimasto in gran parte insoddisfatto.

“Poiché cosí dice l’Eterno degli eserciti: «La sua gloria mi ha mandato alle nazioni che vi hanno depredato, perché chi tocca voi tocca la pupilla del suo occhio.” Zaccaria 2:8 LND

Questo messaggio continua nella lettera di Shabbat della prossima settimana.

Am Israel Chai!

Il popolo d’Israele è VIVO!

I vostri mentore e amici israeliani

L’Arcivescovo Dr. Dominiquae e il Rabbino Baruch Bierman

Per amore di Sion io non tacerò. Isaia 62:1 (LND)

Archbishop Dominiquae Bierman and Rabbi Baruch Bierman

Per inviare le vostre Decime e Offerte:

Testo originale: Inglese
Tradotto da deepL.com