The year of redemption

L’anno della Redenzione – Yom HaKippurim 5781/2020 Edizione Speciale


The year of redemption
Porzione della Torà HA’AZINU – Devarim (Deuteronomio) 32:1-32:52

“Poiché il tuo creatore è il tuo sposo; il suo nome è l’Eterno degli eserciti, il tuo Redentore è il Santo d’Israele, chiamato DIO di tutta la terra.” Isaia 54:5 LND

Shabbat shalom carissimi!

Ci stiamo rapidamente avvicinando al giorno più sacro dell’anno, Yom HaKippurim, il Giorno dell’Espiazione. Solo in quel giorno il Sommo Sacerdote sarebbe stato ammesso nel Santo dei Santi dopo aver offerto i sacrifici prescritti che avrebbero espiazione per i suoi peccati e per i peccati di Israele per un altro anno. La chiave per l’accettazione e il perdono è stato il Sangue di un toro perfetto e di una capra perfetta. Il potere del sangue sacrificale era tale da cancellare la lista del Sommo Sacerdote e della nazione di Israele per un altro anno. Questo doveva essere fatto anno dopo anno. Solo il sangue sacrificale poteva purificare, “igienizzare” e cancellare i “batteri” e il “virus” del peccato.

“ma nel secondo entrava soltanto il sommo sacerdote una volta all’anno, non senza sangue, che egli offriva per se stesso, e per i peccati d’ignoranza del popolo.” Ebrei 9:7 LND

Prescribed Giving to Priests and Ministers – First Fruits and Tithes

Precedendo il sacrificio i peccati dovevano essere confessati ponendo le mani sulla testa dell’animale pulito e irreprensibile, il toro e il capro espiatorio.

“Aaronne poserà entrambe le sue mani sulla testa del capro vivo e confesserà su di esso tutte le iniquità dei figli d’Israele tutte le loro trasgressioni, tutti i loro peccati, e li metterà sulla testa del capro; lo manderà poi nel deserto per mezzo di un uomo appositamente scelto. Il capro porterà su di sé tutte le loro iniquità in terra solitaria; e quell’uomo lo lascerà andare nel deserto.” Levitico 16:21-22 LND

Confessione più Sangue= Perdono

Il Popolo non aveva potere sul peccato. Alcuni di loro hanno cambiato il loro modo di fare, ma la maggior parte no. Eppure, per un anno, i peccati di omissione e di commissione sono stati perdonati per UN SOLO ANNO. Inoltre, i peccati mortali non avevano alcuna espiazione. Questo era solo per i peccati involontari. Peccati come l’adulterio, l’omicidio e l’idolatria (culto di altri dei) erano punibili con la morte, in particolare con la lapidazione.

“e ti è stato riferito e ne hai sentito parlare, allora investiga diligentemente; e se è vero e certo che tale abominazione è stata commessa in Israele, farai condurre alle porte della tua città quell’uomo o quella donna che ha commesso quell’azione malvagia, e lapiderai con pietre quell’uomo o quella donna; così moriranno.” Deuteronomio 17:4-5 LND

Tutto questo cambiò 2000 anni fa quando Yeshua, il Messia ebreo, l’Agnello di Dio, divenne il Sacrificio di Sangue e il Sommo Sacerdote secondo l’ordine di Melchisedec. Con il Suo Sangue, Egli non solo ha coperto i nostri peccati, ma li ha estirpati acquistando per noi la Redenzione eterna, la parola è GEULA. Ci ha salvati dai nostri peccati (la parola è YESHUA) e poi ci ha redenti (GEULA) così non dobbiamo più peccare! Lo ha fatto donandoci un Cuore Nuovo e uno Spirito Nuovo.

“Ma il Messia, essendo venuto come sommo sacerdote dei beni futuri, attraverso un tabernacolo piú grande e piú perfetto non fatto da mano d’uomo, cioè non di questa creazione, entrò una volta per sempre nel santuario, non con sangue di capri e di vitelli, ma col proprio sangue, avendo acquistato una redenzione eterna.” Ebrei 9:11-12 LND

“Vi darò un cuore nuovo e metterò dentro di voi uno spirito nuovo; toglierò dalla vostra carne il cuore di pietra e vi darò un cuore di carne. Metterò dentro di voi il Mio Spirito e vi farò camminare nei Miei statuti, e voi osserverete e metterete in pratica i Miei decreti.” Ezechiele 36:26-27 LND

The Simplicity of The Gospel

La maggior parte delle persone nella Chiesa vive secondo l’ordine dell’Antica Alleanza. Possono confessare i loro peccati e ottenere il perdono fino al prossimo incontro di peccati, ma non abbandonano i loro peccati per ottenere la redenzione eterna. In nome di una “Chiesa del Nuovo Testamento” che non è “sotto la legge”, molti se ne vanno sotto l’Antico e non sono arrivati fino in fondo al Nuovo. Tutto questo è il risultato delle dottrine e dello spirito della Teologia della Sostituzione e di un cristianesimo che ha perso il Vangelo originale fatto a Sion che inizia con la parola RAPPRESENTARE e non con la parola CONFEDE.

“Ma prima a quelli in Damasco, poi a Gerusalemme. in tutta la regione della Giudea e ai gentili, ho annunziato di ravvedersi e di convertirsi a YHVH, facendo opere degne di ravvedimento.” Atti 26:20 LND

Mentre la confessione è un precursore del pentimento, la rinuncia al peccato deve avvenire perché avvenga la redenzione.

“Chi copre le sue trasgressioni non prospererà, ma chi le confessa e le abbandona otterrà misericordia.” Proverbi 28:13 LND

Pentirsi della parola TESHUVA significa RISPOSTA e le seguenti cose;

– Ritornare a YHVH e ai suoi modi
– Abbandonare ogni peccato e iniquità
– La restaurazione dell’intimo rapporto con il Creatore attraverso il battesimo nello Spirito Santo (Atti 2)
– Liberazione da tutti gli spiriti maligni
– Riformare da tutte le dipendenze e le cattive abitudini
– Guarigione alle nostre anime e ai nostri corpi
– Shalom e Prosperità in tutti i nostri propositi.

“Lo Spirito del Signore, l’Eterno, è su di me, perché l’Eterno mi ha unto per recare una buona novella agli umili; mi ha inviato a fasciare quelli dal cuore rotto, a proclamare la libertà a quelli in cattività, l’apertura del carcere ai prigionieri a proclamare l’anno di grazia dell’Eterno e il giorno di vendetta del nostro DIO, per consolare tutti quelli che fanno cordoglio, per accordare gioia a quelli che fanno cordoglio in Sion per dare loro un diadema invece della cenere, l’olio della gioia invece del lutto, il manto della lode invece di uno spirito abbattuto, affinchè siano chiamati querce di giustizia, la piantagione dell’Eterno per manifestare la sua gloria.” Isaia 61:1-3 LND

Questa è davvero una buona notizia! GEULA, La redenzione è preceduta da YESHUA, Salvezza dal peccato e perdono, ma Geula chiede un RADICO CAMBIO DI VITA.

“Beati coloro che adempiono i suoi comandamenti per avere diritto all’albero della vita, e per entrare per le porte nella città. Fuori i cani, i maghi, i fornicatori, gli omicidi, gli idolatri e chiunque ama e pratica la menzogna.” Apocalisse 22:14-15 LND

Vi invito ad entrare nell’Anno della Redenzione, l’Anno di GEULA attraverso il sangue del sacrificio finale, Yeshua di Nazareth, il Re dei Giudei.

“Io, Yeshua, ho mandato il mio angelo per testimoniarvi queste cose nelle chiese. Io sono la Radice e la progenie di Davide, la lucente stella del mattino”. E lo Spirito e la sposa dicono: “Vieni!”. E chi ode dica: “Vieni”. E chi ha sete, venga; e chi vuole, prenda in dono dell’acqua della vita.” Apocalisse 22:16-17 LND

Un benedetto Yom HaKippurim e l’Anno di Geula a tutti

I vostri mentore e amici israeliani

L’Arcivescovo Dr. Dominiquae e il Rabbino Baruch Bierman

Per amore di Sion io non tacerò. Isaia 62:1 (LND)

Feast of Shofars Special Edition

Per inviare le vostre decime e le vostre offerte.

– Dona online: https://kad-esh.org/donations/
– Inviaci un’e-mail a kad_esh_map@msn.com per le coordinate bancarie

Testo originale: Inglese
Tradotto da deepL.com