Marginao or royal

Marginale o reale?


Marginal or royal
Porzione della Torà TZAV – Vayikra (Levitico) 6:1-8:36

Edizione speciale di Purim – Anno Shmita 5782/2022

“Poi il settimo angelo suonò la tromba e si fecero grandi voci nel cielo che dicevano: «I regni del mondo sono divenuti il regno del Signor nostro e del suo Messia, ed egli regnerà nei secoli dei secoli». Apocalisse 11:15 LND

Shabbat shalom carissimi!

Dobbiamo rimanere marginali nel mondo o dobbiamo influenzare e impattare tutte le sfere del mondo con i principi del Regno? Dobbiamo essere coinvolti per facilitare il regno di questo mondo a diventare il regno del Messia? O dobbiamo rimanere marginali, servendo la salvezza agli individui ma evitando qualsiasi battaglia sociale o politica per la giustizia?

L’errore comune della Teologia della Sostituzione è separare la Torah dal Nuovo Patto e interpretare il Nuovo Patto senza le Sacre Scritture ebraiche.

“Tu però persevera nelle cose che hai imparato e nelle quali sei stato confermato, sapendo da chi le hai imparate, e che sin da bambino hai conosciuto le sacre Scritture, le quali ti possono rendere savio a salvezza, per mezzo della fede che è nel Messia Yeshua. Tutta la Scrittura è divinamente ispirata e utile a insegnare, a convincere, a correggere e a istruire nella giustizia, affinché l’uomo di Dio sia completo, pienamente fornito per ogni buona opera.” 2 Timoteo 3:14-17 LND

Anche se i regni di questo mondo appartengono a satana, essi apparterranno a Yeshua – YHVH.

Poi il settimo angelo suonò la tromba e si fecero grandi voci nel cielo che dicevano: «I regni del mondo sono divenuti il regno del Signor nostro e del suo Messia, ed egli regnerà nei secoli dei secoli». Apocalisse 11:15 LND

Noi siamo incaricati di facilitare questo trasferimento del regno lottando per la formazione delle Nazioni Pecore, non con armi carnali ma con armi spirituali. Questa è la missione di UNIFY.

Il cristianesimo della Teologia della Sostituzione ha una mentalità di “evasione” che dice: “noi non siamo di questo mondo quindi dovremmo rimanere marginali e ignorare ciò che sta accadendo”. Questo è il punto in cui anche la regina Ester ha sbagliato quando ha cercato di rimanere marginale all’inizio finché non è stata affrontata da suo cugino Mardocheo. Stava per rimanere come spettatrice della distruzione del suo popolo ebraico. Lode a Yah, ha cambiato idea quando è stata affrontata!

“Poiché se in questo momento tu taci, soccorso e liberazione sorgeranno per i Giudei da un’altra parte; ma tu e la casa di tuo padre perirete. Inoltre chi sa se è proprio per un tempo come questo che tu sei pervenuta alla regalità?». Allora Ester ordinò di rispondere a Mardocheo cosí: «Va raduna tutti i Giudei che si trovano a Susa, e digiunate per me; state senza né mangiare né bere per tre giorni, notte e giorno. Anch’io con le mie donzelle digiunerò nello stesso modo; poi entrerò dal re, sebbene ciò sia contro la legge; e se dovrò perire, perirò». Ester 4:14-16 LND

Marginal or royal

La chiesa del tempo di Hitler non si alzò per affrontare il regime malvagio di Hitler, ma piuttosto lo assecondò. Avrebbero potuto fare una grande differenza se fossero stati nei fondamenti ebraico/ebraici originali del Vangelo. Avrebbero potuto rovesciare il regime malvagio di Hitler usando le loro armi spirituali del digiuno e della preghiera unite alla politica biblica.

“Libera quelli che sono trascinati verso la morte e trattieni quelli che sono portati al macello. Se dici: «Ecco, noi non lo sapevamo». Colui che pesa i cuori non lo vede? Colui che custodisce la tua anima non lo sa forse? Egli renderà a ciascuno secondo le sue opere.” Proverbi 24:11-12 LND

Affrontare l’iniquità e l’ingiustizia dei governi tirannici che rendono le persone schiave di mandati sanitari empi e dannosi è anche parte di questa istruzione. Come lo è contestare e combattere l’antisemitismo del 21° secolo. Dovremmo tutti imparare a pregare, dare e agire per influenzare, impattare e trasformare il regno di questo mondo nel Regno del Messia. Yeshua ci sta aspettando per sottomettere i Suoi nemici per diventare il Suo sgabello. Le schiere angeliche sono pronte ad assisterci in questa Missione Reale.

“egli invece, dopo aver offerto per sempre un unico sacrificio per i peccati, si è posto a sedere alla destra di Dio, aspettando ormai soltanto che i suoi nemici siano posti come sgabello dei suoi piedi.” Ebrei 10:12-13 LND

Portare i principi di Yah alla gente in tutte le sfere del mondo è la nostra missione. Non siamo portati fuori da questo mondo ma in questo mondo, inclusi tutti i suoi sistemi, dobbiamo essere testimoni (martiri se necessario) di Yeshua, essere sale e luce. Questo include influenzare le sfere di governo, militari, forze dell’ordine, educazione, salute, musica, creatività (arte) e simili.

“Io non chiedo che tu li tolga dal mondo, ma che tu li preservi dal maligno. Essi non sono del mondo, come io non sono del mondo.” Giovanni 17:15-16 LND

Non possiamo farlo senza l’unzione e il potere dello Spirito Santo. Dobbiamo obbedire alla Chiamata Reale Divina arrendendoci ad essere posseduti dallo Spirito Santo, il Ruach HaKodesh.

“affinche la giustizia della legge si adempia in noi che non camminiamo secondo la carne, ma secondo lo Spirito. Per questo la mente controllata dalla carne è inimicizia contro Dio, perché non è sottomessa alla legge di Dio e neppure può esserlo. Quindi quelli che sono nella carne non possono piacere a Dio. Se lo Spirito di Dio abita in voi, non siete piú nella carne ma nello Spirito. Ma se uno non ha lo Spirito del Messia, non appartiene a lui. Poiché tutti quelli che sono condotti dallo Spirito di Dio sono figli di Dio.” Romani 8:4, 7-9, 14 LND

Siamo lasciati nel mondo per essere testimoni, martiri se necessario, luce e sale. Non dobbiamo conformarci a questo sistema mondano, ma piuttosto facilitare la sua trasformazione nel “regno del nostro Signore e Messia”. Questo lo facciamo trasformando le nazioni in nazioni di pecore, una persona alla volta.

Marginal or royal

“E tutte le genti saranno radunate davanti a lui; ed egli separerà gli uni dagli altri, come il pastore separa le pecore dai capri.” Matteo 25:32 LND

Questo Piano Generale ha indugiato a causa della mentalità evasiva della chiesa cristiana della Teologia della Sostituzione che è ancora radicata nelle teologie eretiche del II, II e IV secolo che affermavano che “ciò che è spirituale è buono e ciò che è materiale o pratico è cattivo” e hanno separato il Vangelo dalle Sacre Scritture ebraiche, il dio del Nuovo Testamento dal dio dell’Antico. (Vedi Marcionismo: https://it.wikipedia.org/wiki/Marcionismo)

Ya’akov (Giacomo) ha confutato questo.

“Ma qualcuno dirà: «Tu hai la fede, e io ho le opere»; mostrami la tua fede senza le tue opere e io ti mostrerò la mia fede con le mie opere. Tu credi che c’è un solo Dio. Fai bene; anche i demoni credono e tremano. Ma vuoi renderti conto, o insensato, che la fede senza le opere è morta? Abrahamo, nostro padre, non fu forse giustificato per mezzo delle opere quando offrí il proprio figlio Isacco sull’altare? Tu vedi che la fede operava insieme alle opere di lui, e che per mezzo delle opere la fede fu resa perfetta. Cosí si adempí la Scrittura, che dice: «Or Abrahamo credette a Dio, e ciò gli fu imputato a giustizia»; e fu chiamato amico di Dio. Perciò vedete che l’uomo è giustificato per le opere e non per fede soltanto.” Ya’akov (Giacomo) 2:18-24 LND

Essere così mentalmente celesti che non siamo buoni sulla terra è un inganno. Ed essere di mentalità così terrena da non essere un bene celeste è un altro inganno comune oggi. L’equilibrio si trova nel ripristinare il progetto del vangelo fatto a Sion dal Tanakh, le Sacre Scritture Ebraiche (erroneamente chiamate Vecchio Testamento) e ricavare la saggezza da lì.

“«Voi siete il sale della terra; ma se il sale diventa insipido, con che cosa gli si renderà il sapore? A null’altro serve che ad essere gettato via e ad essere calpestato dagli uomini. Voi siete la luce del mondo; una città posta sopra un monte non può essere nascosta. Similmente, non si accende una lampada per metterla sotto il moggio, ma sul candeliere, perché faccia luce a tutti coloro che sono in casa. Cosí risplenda la vostra luce davanti agli uomini, affinché vedano le vostre buone opere e glorifichino il Padre vostro che è nei cieli». Matteo 5:13-16 LND

Paolo non gettò via i suoi diritti civili romani, ma piuttosto li usò a beneficio del suo ministero. (Atti 22:25)

Il divorzio dalle radici e dalle fondamenta ebraiche ha mantenuto la chiesa nel deserto del peccato, della piccolezza e dell’incompetenza.

«Non pensate che io sia venuto ad abrogare la legge o i profeti; io non sono venuto per abrogare, ma per portare a compimento. Perché in verità vi dico: Finché il cielo e la terra non passeranno, neppure un iota, o un solo apice della legge passerà, prima che tutto sia adempiuto. Chi dunque avrà trasgredito uno di questi minimi comandamenti e avrà cosí insegnato agli uomini, sarà chiamato minimo nel regno dei cieli; ma colui che li metterà in pratica e li insegnerà, sarà chiamato grande nel regno dei cieli. Perciò io vi dico: Se la vostra giustizia non supera quella degli scribi, e dei farisei, voi non entrerete affatto nel regno dei cieli.” Matteo 5:17-20 LND

Mentre cerchiamo di trasformare il regno di questo mondo nel regno di YHVH e del Messia, dobbiamo stare attenti a rimanere nel mondo ma non di questo mondo. Essere sempre biblici al di sopra della politica e mai e poi mai mettere la nostra fiducia in un uomo, anche un presidente, per essere il nostro salvatore o per fare il nostro lavoro. E qual è il nostro lavoro? Trasformare le nazioni e i gruppi etnici in nazioni pecore, una persona alla volta. Fare discepoli del Messia ebreo di tutte le nazioni, in tutte le sfere della società, questa è la nostra missione reale.

«In quel giorno molte nazioni si uniranno all’Eterno e diventeranno mio popolo, e io abiterò in mezzo a te; allora riconoscerai che l’Eterno degli eserciti mi ha mandato a te. E l’Eterno prenderà possesso di Giuda come sua eredità nella terra santa e sceglierà ancora Gerusalemme. Ogni carne stia in silenzio davanti all’Eterno, perché egli si è destato dalla sua santa dimora». Zaccaria 2:11-13 LND

Buon Purim a tutti!

Per un tempo come questo. Ester 4:14c

I vostri amici e mentori israeliani

Arcivescovo Dominiquae e Rabbino Baruch Bierman
“Per amore di Sion non tacerò” Isaia 62:1

Archbishop Dominiquae and Rabbi Baruch Bierman

Per inviare le vostre decime e le vostre offerte.

Testo originale: Inglese
Tradotto da deepL.com