Restoring Honor to Israel

Restituire l’onore a Israele


Restoring Honor to Israel
Porzione della Torah ACHAREI MOT/KEDOSHIM – Vayikra (Levitico) 16:1-20:27

del Pastore Cesar Silva

Che la mia testimonianza della Sua bontà e della Sua fedeltà alla Sua santa Parola sia una benedizione per tutti.

Tutto comincia quando improvvisamente mi sono reso conto che ripristinare l’onore di Israele era tanto urgente quanto necessario per la guarigione della mia città, della mia nazione, della mia vita e della mia famiglia. Mi sono reso conto che non era più tempo di rimanere in bancarotta spiritualmente, fisicamente, finanziariamente ed emotivamente, perché tutto porta alla stessa cosa: il vuoto e la distruzione.

Questo processo per restituire onore a tutti inizia con i meravigliosi insegnamenti che abbiamo ricevuto dal ministero della apostola Dominique Bierman, che attraverso la rivelazione della potente Chiave di Abramo (che apre le porte), ha seminato nel mio cuore quel seme che ora stava portando frutto dentro e intorno alla mia vita.

Un giorno venne in cui il Ruach (Spirito di Elohim) mi diede un sogno. Nel sogno vidi che avevo lasciato il mio veicolo all’ingresso principale della città di Rio Bravo (dove vivo) e lungo quel viale scorreva un fiume di sangue (a causa dei morti causati dal traffico di droga). Ho visto che il fiume ci stava quasi raggiungendo. Sono andato subito al mio veicolo perché sapevo che al suo interno c’era l’offerta che la chiesa aveva fatto per essere inviata in Israele – e sapevo che questa offerta stava portando la restituzione – l’unica cosa che avrebbe causato la diminuzione di quel fiume di sangue e anche la sua scomparsa. Così, ho cercato di aprire il veicolo e di controllare rapidamente che queste offerte fossero presenti. Il Ruach HaKodesh mi diceva anche che questo era davvero ciò che avrebbe fermato questo fiume di sangue. Grazie al Signore – erano lì!

È noto a molti che nel nord del Messico c’è una guerra costante tra i cartelli della droga e tra le forze armate. C’è il costante pericolo di trovarsi nel mezzo di uno scontro a fuoco. Ecco perché il Ruach mi ha detto attraverso questo sogno che l’onore deve essere restituito a Israele attraverso le offerte, insieme alla preghiera e all’umiliazione per il disprezzo che è stato fatto di Israele da parte delle nazioni della terra. Questa strategia porta la libertà dalla morte e dal fiume di sangue. Questo farà la differenza perché la potente Chiave di Abramo viene messa in azione, la chiave per rispondere alle preghiere e alla misericordia versata al posto della rabbia.

Quasi quando ho sognato questo, abbiamo cominciato a pregare per Israele, a parlare per Israele e a benedire Israele con azioni vere. Poi abbiamo cominciato a vedere le nostre preghiere di protezione per la nostra città rispondere e un’atmosfera di pace ha cominciato a farsi sentire. L’attività criminale dei cartelli è stata notevolmente ridotta.

Restoring Honor to Israel

Restaurare l’onore – è un comandamento della Torah!

Nel Levitico 6:1-7 (LND), dice così:

L’Eterno parlò a Mosè, dicendo: «Se uno pecca e commette una violazione contro l’Eterno, comportandosi falsamente col suo vicino in merito a un deposito o a un pegno o per un furto, o se ha ingannato il suo vicino, o perché ha trovato una cosa perduta e ha mentito in merito e ha giurato il falso, per qualsiasi cosa l’uomo può peccare nel suo operare, allora se ha peccato ed è colpevole, egli deve restituire ciò che ha rubato, o la cosa estorta con frode o il deposito che gli è stato affidato o l’oggetto perduto che ha trovato, o tutto quello in merito a cui ha giurato il falso. Non solo ne farà piena restituzione, ma vi aggiungerà un quinto e lo consegnerà al proprietario il giorno stesso della sua offerta per la trasgressione. Porterà quindi al sacerdote la sua offerta per la trasgressione all’Eterno: un montone senza difetto, preso dal gregge secondo la tua stima, come offerta per la trasgressione. Così il sacerdote Farà l’espiazione per lui davanti all’Eterno, e gli sarà perdonato qualunque colpa di cui si è reso colpevole».

Così come desideriamo essere resi completi quando qualcuno ci offende, o ci deruba, o ci calunnia, così noi nazioni del mondo dobbiamo renderci conto di quanto siamo in debito con il beato popolo d’Israele. La promessa di Genesi 12:3 è ancora valida – “E benedirò quelli che ti benediranno e maledirò chi ti maledirà”.

Restoring Honor to Israel

La Iniziativa globale di rieducazione (GRI), guidata dalla Arcivescovo Dominiquae Bierman, non è solo necessaria, ma anche urgente! Perché i malati che moriranno saranno annoverati a milioni tra le piaghe che flagelleranno la terra senza fine, a meno che il Signore non trovi qualcuno che comprenda pienamente cosa significa restituire l’onore a Israele. Restaurare è più che chiedere perdono! Chiedere veramente il perdono è la prima cosa che dobbiamo fare quando sappiamo di aver fatto un torto, ma per restituire l’onore a qualcuno dobbiamo fare qualcosa di più che chiedere scusa.

Nella storia, troviamo che quando un uomo è stato interrogato sul suo onore, è stato preso un appuntamento per risolvere la controversia e si è detto: “Sfido in duello il cavaliere che ha messo in dubbio il mio onore”. Allora si sapeva che chi veniva a difendere il suo onore, anche con la stessa morte, diceva che il suo onore era soprattutto una calunnia contro di lui.

Noi, le nazioni del mondo, abbiamo commesso un grande disonore usando parole calunniose e bugiarde contro Israele, macchiando il suo onore. Quindi è tempo di pentirsi, di chiedere perdono e di restituire il Suo onore.

Nel Levitico 6,5, quando fu fatta un’offerta per la colpa della calunnia, la persona riconobbe il danno e chiese perdono con la sua offerta di espiazione al Signore. Ma ora era il momento di ristabilire, e qui dice queste parole:

Non solo ne farà piena restituzione, ma vi aggiungerà un quinto e lo consegnerà al proprietario il giorno stesso della sua offerta per la trasgressione. (LND)

Nel Levitico 6,6 aggiunge che l’offerta deve essere fatta al sacerdote.

Porterà quindi al sacerdote la sua offerta per la trasgressione all’Eterno. (LND)

Restoring Honor to Israel

Oltre al pentimento, alla restituzione del danno e all’aggiunta della quinta parte (equivalente al 20%), è stato necessario donarlo al Sacerdote, il che significa che dobbiamo presentarlo a colui che può pregare per noi per la misericordia dell’Eterno.

A volte ci ribelliamo contro l’unica persona che ci ascolta, e sai chi ha le porte aperte per chiedere ad Adonai di avere pietà di noi? Sì, la risposta è il popolo ebraico di oggi. Sono i Suoi eletti, la luce delle Nazioni – sono i nostri sacerdoti che apriranno la strada ad Adonai per perdonarci e per il ristoro della Sua presenza a venire. (Atti 3, 19 LND)

Le parole ebraiche Shuv e Shalem chiariscono il concetto di “restituzione”.

La parola ¨restituirਠ(in Levitico 6:4) è la parola ebraica SHUV, da cui deriva la parola Teshuvah – che significa svolta o ritorno, o pentimento per una grande restaurazione.

E la parola “restaurare” nel Levitico 6:5 è la parola Shalam, il cui significato qui è di fare pagamenti e dalla parola Leshalem che significa fare un pagamento. Quindi, per fare la pace, bisogna fare un pagamento di restituzione.

Yeshua ne ha parlato in Matteo 5, versetti dal 21 al 26 (LND):

Voi avete udito che fu detto agli antichi: “Non uccidere” e: “Chiunque ucciderà, sarà sottoposto al giudizio”; ma io vi dico: Chiunque si adira contro suo fratello senza motivo, sarà sottoposto al giudizio; e chi avrà detto al proprio fratello: “Raca”, sarà sottoposto al sinedrio; e chi gli avrà detto: stolto sarà sottoposto al fuoco della Geenna. Se tu dunque stai per presentare la tua offerta all’altare, e lí ti ricordi che tuo fratello ha qualcosa contro di te, lascia lí la tua offerta davanti all’altare e va’ prima a riconciliarti con tuo fratello; poi torna e presenta la tua offerta. Fa’ presto un accordo amichevole con il tuo avversario, mentre sei sulla via con lui, che talora il tuo avversario non ti dia in mano del giudice e il giudice ti consegni alla guardia e tu sia messo prigione in verità ti dico, che non uscirai di là finché tu non abbia pagato a l’ultimo centesimo.

Tutta questa Scrittura parla del Potere della Restituzione, ma andiamo un po’ più a fondo nel modo in cui funziona l’antigiudaismo. È stato a causa dell’antisemitismo che ci sono state “morti e odio” contro il popolo ebraico. Molto di questo è “sotto la maschera del cristianesimo”, che pretende di fare offerte a Yah, e che pretende di riunirsi ogni domenica per fare offerte a Yah. Ma la mia questione è questa: l’Eterno YHVH d’Israele guarderà con favore a quelle offerte che con una mano gli vengono offerte e con l’altra mano hanno un coltello di odio, rabbia e persino un desiderio di morte contro il popolo d’Israele? La risposta è chiara: Egli non riceve quelle offerte! Quindi il consiglio di Yeshua è di andare prima a riconciliarsi con tuo fratello Giuda e di fare la pace – in altre parole, ripristinare e fare la pace.

Restoring Honor to Israel

Si tratta di restituire l’onore a Israele!

In ogni regno è noto che il figlio del re è il principe ereditario – un giorno diventerà re. È vero in tutti i regni che ancora conosciamo, ed è molto interessante che YHVH sia il Re, e che abbia chiamato uno dei discendenti di Abramo “Il mio primogenito” (in Esodo 4:22 LND). Quello conosciuto come Il mio principe si chiamava originariamente Giacobbe, ma Adonai decise che il suo nome sarebbe stato conosciuto come Israele, il cui significato è ¨Principe da Elohim¨. Che differenza – che grande differenza! Ma quale abissale differenza nel modo in cui le nazioni del mondo parlano a Israele – dicono che è solo una nazione in più sulla terra, come tutte le nostre nazioni. Agli occhi degli Elohim viventi, tuttavia, non sono una nazione qualsiasi – è “il Suo principe“.

Oggi trovo molte persone che parlano del Regno di Yah (Dio): la manifestazione del Regno di Yah, di come cercano il Regno di Yah, e del loro compito di estendere il Regno di YHVH. Ma si imbattono in questo principio. Ecco perché semplicemente girano la ruota continuamente come criceti, solo parole e altre parole senza risultati. E l’istituzione del Regno di YHVH non si vede, Perché? Perché inciampano sulla roccia dell’inciampo, ma chi crede che la parola di Elohim amerà e abbraccerà questo Principe che è Israele. Per loro sarà ¨come l’ombra di una grande roccia in una terra riarsa.¨ (Isaia 32:2 LND); mentre per chi la prende alla leggera, “sarà fatto a pezzi”. . . sparpagliato come polvere. (Matteo 21:44 LND).

Conclusione:

Le nazioni del mondo sono in debito con il popolo d’Israele, perché ci hanno dato la Torah, le alleanze, le promesse, la rivelazione degli Elohim viventi, e ci hanno dato Yeshua HaMashiach.

Oggi dobbiamo rivolgerci completamente a LUI: amare la Sua Torah, amare Yeshua e restituire l’onore a Israele, il loro Principe. Io sono testimone della Sua bontà, perché sicuramente il Signore intende ciò che dice:

E benedirò quelli che ti benediranno e maledirò chi ti maledirà. Genesi 12:3 (LND)

Pastore César Silva, Rio Bravo, Tamaulipas, Messico

Delegato Nazionale delle Nazioni Unite per Israele (UNIFY)

www.unitednationsforisrael.org

Pastor César Silva

Per inviare le vostre decima e le vostre donazioni.

Unitevi alle Nazioni Unite per Israele e diventatene membri:

https://unitednationsforisrael.org/membership-options/

Unitevi ai 70 Giusti delle Nazioni!

Sostieni l’operazione dell’Ambasciata delle Nazioni Unite per Israele sulle colline di Gerusalemme con 100 dollari al mese. Premi il pulsante qui sotto o inviaci un’e-mail per ulteriori opzioni di donazione: info@unitednationsforisrael.org
https://unitednationsforisrael.org/unify-donations/
https://unitednationsforisrael.org/embassy/

Original text: Spanish

Traduzione all’ italiano per deepL.com